L’esercizio in gravidanza riduce il travaglio di 50 minuti

I benefici in gravidanza si hanno con esercizi regolari del pavimento pelvico, jogging e allenamento con i pesi.

Fare attività fisica in gravidanza può abbreviare i tempi del travaglio di 50 minuti e renderlo più tranquillo.

Uno studio, pubblicato sulla rivista European Journal of Obstetrics & Gynecology and Reproductive Biology, condotto dall’Università Politecnica di Madrid ha rivelato scientificamente i benefici che l’attività fisica può recare alle donne in gravidanza. 

Gli esperti spiegano che è probabile le donne che sono fisicamente in forma abbiano muscoli più forti che le aiutano a sostenere il percorso che porta al parto, in particolare nella fase di spinta.  Gli studiosi hanno monitorato 508 donne a partire dal primo trimestre di gravidanza. A metà di loro è stato assegnato il compito di fare tre allenamenti di un’ora a settimana a ritmo moderato, mentre alle altre è stato fornito solo un counseling prenatale. Oltre la metà delle partecipanti alla ricerca hanno partorito naturalmente, ed è stata osservata un’importante disparità tra coloro che si erano esercitate in maniera regolare e coloro che invece non lo avevano fatto. Il gruppo che aveva fatto attività fisica aveva una durata totale media del travaglio di sette ore e mezza (450 minuti), mentre in chi aveva ricevuto solo il counseling prenatale occorrevano circa otto ore e mezza (500 minuti) prima della nascita del bimbo.

Quindi si incoraggiano le donne a non temere lo sforzo fisico durante la gravidanza anzi, i migliori benefici si ottengono proprio dal jogging e allenamento con i pesi, che sono fondamentali inoltre, a prevenire complicazioni potenzialmente pericolose durante il travaglio.

 

 

Rispondi