Bellezza: Le donne italiane le più”perfettine” in Europa

Le 31 milioni di donne che vivono nel nostro Paese sono molto meno indulgenti verso loro stesse di quanto non lo siano le altre europee

La cura del sé è un dovere e non una scelta

Il 37% delle italiane adulte non esce di casa se non ha un aspetto perfetto (rispetto al 29% della media europea). Inoltre per il 34% l’aspetto fisico è la misura del loro successo (verso il 26% delle europee). Il 42% delle italiane vorrebbe, inoltre, sembrare più giovane (verso il 38%) e il 40% ha paura di invecchiare (vs. il 34%). 

Il situazione è stata rilevata dall’Osservatorio beauty sulle tendenze della bellezza in Italia, realizzata dal dipartimento Consumer & Market Insight del colosso L’Oreal su fonti Istat, Censis 2017, World Happiness Report 2018, Ipsos Beauty Track 2016, Osservatorio Immigrati, Gfk 2016 e Publicis Media on Global Webindex 2017.

Inoltre è stato constatato che l’apparire più belle “dà piacere” al 62% delle italiane rispetto al 46% della media europea. Di pari passo con l’ansia di invecchiare cresce anche l’attenzione per gli ultimi ritrovati in campo beauty e 1 prodotti di bellezza su 3 comprato in Italia è infatti una novità.

Dopo questo report è ancora più facile capire come l’Italia si piazzi solo al 47esimo posto della classifica dei Paesi più felici del mondo realizzata dal World Happiness Report  e occupa l’ultimo posto fra i paesi europei.

 

Da cosa dipende tutta questa insicurezza?

Il motivo si può facilmente trovare nei fattori sociali più profondi, come il fatto che le donne vivano un forte discriminanza di sesso sul mercato italiano del lavoro, con part-time spesso involontari, con imprenditori che hanno sempre più paura di assumere donne a causa di una probabile futura maternità, con la “bella presenza” che è sempre di più uno skill fondamentale all’assunzione. Non ci stupisce allora che le donne, secondo il report L’Oreal, sono più infelici degli uomini

 

Ma le donne italiane non devono scoraggiarsi dato che sono fra le più belle del mondo, secondo fonti  ISTAT, e che la loro ricerca frenetica della bellezza è solo figlia della cattiva condotta dei ministri italiani che regolano l’andamento del lavoro dello stato. Infatti la maggior parte degli uomini italiani dichiarano di preferire la donna “acqua e sapone” non troppo attenta alla perfezione maniacale e che sia soprattutto bella dentro.

 

 

Rispondi