Illusioni ottiche e l’effetto Troxler. Ecco perchè scompaiono i colori

Sui social è l’illusione ottica del momento, eppure circola fin dall’Ottocento: fissate quest’immagine e… la vedrete dissolversi davanti ai vostri occhi. Provate. E poi scoprite (insieme a noi) perché accade.

 

EFFETTO TROXLER. Come spiega The Verge, l’illusione circola, in varie versioni, dal 1804, quando il medico e filosofo svizzero Ignaz Paul Vital Troxler si accorse che un’immagine può “sparire” lentamente, se la si fissa con la giusta attenzione. Accade perché il cervello, che deve gestire migliaia di stimoli contemporaneamente, smette di prestare attenzione alle scene visive che non cambiano nel tempo (una situazione di “immobilità” che nella vita reale non si verifica quasi mai).

 
 

La capacità dei nostri sensi di abituarsi a una sensazione che persiste nel tempo è chiamata adattamento neurale e avviene di continuo, non solo con la vista: è il motivo per cui smettiamo di accorgerci del peso dei vestiti sul nostro corpo, poco dopo averli indossati, o dell’odore del nostro profumo, dopo la prima spruzzata. In questo modo il cervello risparmia risorse per registrare nuovi e più salienti stimoli. 

PENSATA APPOSTA. I colori sfumati di questa illusione accentuano l’effetto – è più facile vederli svanire – senza contare che di solito, non restiamo mai con lo sguardo completamente fisso su una scena: anche se non ce ne accorgiamo, gli occhi compiono micromovimenti costanti, e restano di rado focalizzati su un singolo e immutabile dettaglio.

 

Rispondi