Perché gli uomini non sanno ascoltare?

Uno studio ci rivela perché gli uomini sono dei cattivi ascoltatori

Quante volte capita di sentire donne lamentarsi perché i propri mariti, fidanzati o amici non le ascoltano o si distraggono mentre parlano? In realtà gli uomini non sono dei “cattivi ascoltatori” e le donne non sono “chiacchierone”, lo conferma uno studio scientifico che, facendo riferimento a toni, frequenze e complessità della voce delle donne, ne spiega la motivazione.

La colpa delle distrazioni, stando a quanto riportato da una ricerca inglese, sarebbe della voce femminile, più complessa di quella maschile e capace di “stancare” letteralmente il cervello dei componenti dell’altro sesso.

 Lo svela una ricerca svolta da Michael Hunter, ricercatore presso l’università di Sheffield, in Inghilterra. Lo studioso ha analizzato le scansioni cerebrali di diversi uomini mentre ascoltavano delle voci maschili o femminili.


Il risultato? In base alle osservazioni fatte sembra che la voce delle donne sia, a causa della forma diversa di laringe e corde vocali, molto diversa da quella degli uomini. In particolare sarebbe difficile da elaborare, così tanto da spingere aree diverse del cervello ad attivarsi per comprenderla. Questa super-attività porterebbe gli uomini in “affanno” stancandoli molto in fretta e spingendoli a distrarsi facilmente. La tendenza a staccare lo sguardo o a non prestare attenzione dunque sarebbe legata a fattori biologici.

Come risolvere il problema? Secondo gli esperti che hanno condotto lo studio, realizzare delle piccole pause durante la conversazione, potrebbe aiutare le donne a non stancare il cervello del partner.

Rispondi