I concerti allungano la vita

Andare ai concerti non è soltanto una bella esperienza, ma sembra che possa addirittura allungare la vita.

Adrenalina, suoni forti, ritmi coinvolgenti: i concerti, si sa, possono essere un’esperienza forte, soprattutto per gli appassionati. La musica trasporta, appassiona, costringe a muoversi secondo il ritmo, spinge a cantare e a rilassarsi. Lo dimostrano gli stadi e i teatri affollati durante i concerti, l’esperienza della musica dal vivo non è paragonabile all’ascolto a casa.

 

Non sono più solo gli appassionati a considerare i concerti momenti di benessere. Secondo uno studio commissionato da O2, compagnia telefonica britannica, i concerti sono fonte di benessere tanto da allungare la vita a chi li segue.

Patrick Fagan, docente associato della Goldsmith’s University che ha condotto la ricerca, non ha dubbi: anche solo partecipare ad un concerto per 20 minuti aumenta il benessere del 21%. Uno studio fatto precedentemente, afferma che alti livelli di benessere possono allungare la vita fino a nove anni in più. Da qui la conclusione: i concerti di musica fanno star bene, e star bene allunga la vita.

Lo studio è stato condotto sottoponendo i partecipanti a test psicometrici personalizzati e test di frequenza cardiaca, mentre assistevano ad un concerto.

 

I risultati hanno evidenziato un aumento di autostima nel 25% dei partecipanti, una sensazione di maggior vicinanza agli altri e una maggiore stimolazione mentale nel 75% dei partecipanti; lo studio dimostra inoltre che chi va ai concerti almeno due volte al mese, si sentirà probabilmente più felice, appagato, produttivo, e l’autostima salirà facilmente ai massimi livelli.

 

 

 

Rispondi